Governo, forti tensioni all’interno dell’esecutivo

Crisi di Governo, rapporti ancora tesi tra Movimento 5 Stelle e Lega: torna l'ipotesi delle elezioni anticipate

(Teleborsa) – Forti tensioni all’interno del Governo, con accuse tra le parti giallo-verdi. È in corso un vertice a Palazzo Chigi tra il premier Giuseppe Conte e il vicepremier Matteo Salvini.

Roberto Fico, Presidente della Camera è salito al Quirinale per incontrare il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

In una nota della Lega si legge: “l’Italia ha bisogno di certezze e di scelte coraggiose e condivise, inutile andare avanti fra no, rinvii, blocchi e litigi quotidiani. Ogni giorno che passa è un giorno perso, per noi l’unica alternativa a questo Governo è ridare la parola agli italiani con nuove elezioni”.

Non è la prima volta che salta fuori l’ipotesi di elezioni anticipate, e forse anche per questo adesso gli alleati di Governo vogliono chiarezza. “La nota della Lega è incomprensibile. Dicano chiaramente cosa vogliono fare. Siano chiari”, afferma una nota del Movimento 5 Stelle.

“C’è la consapevolezza e la presa d’atto – precisa la Lega – che, dopo le tante cose buone fatte, da troppo tempo su temi fondamentali per il Paese come grandi opere, infrastrutture e sviluppo economico, shock fiscale, applicazione delle autonomie, energia, riforma della giustizia e rapporto con l’Europa tra Lega e 5 Stelle ci sono visioni differenti. Il voto di ieri sulla Tav ne è solo l’ultima, evidente, irrimediabile certificazione”.

 

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Governo, forti tensioni all’interno dell’esecutivo