Governo al lavoro. Nadef non all’esame del CdM di oggi

(Teleborsa) – Il Consiglio dei Ministri si riunirà oggi alle 13 per discutere una serie di norme perlopiù attinenti alla Giustizia, in particolare il rinvio della riforma Cartabia e l’ergastolo ostativo. Non è all’ordine del giorno la Nadef, che sarà esaminata a breve, entro la settimana, mentre sarà pubblicato oggi dall’Istat il dato del PIL del 3° trimestre.

Per la Manovra vi vorrà più tempo e non è escluso un dicembre di alta tensione, per il rischio dell’esercizio provvisorio, mentre il Governo Meloni sta riesaminando tutte le voci per valutare dove reperire le risorse per attuare almeno qualcuna delle promesse fatte in campagna elettorale. Un esercizio non facile, dal momento che, fra le urgenze del caro bollette e le spese indifferibili, si arriva già sui 20 miliardi. Altrettanti servirebbero per esaudire tutti i desiderata facendo lievitare la spesa a circa 40 miliardi.

Non è escluso quindi che alcune misure promesse siano solo accennate per poi prendere più spazi in un prossimo futuro. La priorità al momento è il capitolo caro energia: “Non c’è più tempo da perdere”, ha avvertito la Premier Meloni, ricordando che “i costi delle bollette sono diventati insostenibili”.

Fra le misure a rischio il Reddito di Cittadinanza per dar corso alla riforma delle pensioni, che appare urgente se non si vuole ricadere nell’applicazione della legge Fornero dal 1° gennaio 2023. Si ragiona a questo proposito si una rivisitazione di Quota 102 e su un incentivo per chi rimane al lavoro oltre i 63 anni. Fra i cavalli di battaglia del precedente governo oggi in bilico c’è anche il superbonus 110%, mentre si lavora alla flat tax ed al taglio del cuneo fiscale, oltre ad una serie di altre misure come una maxi deduzione per le aziende che assumono e la pace fiscale.

Lato fiscale, a rischio vi sarebbero la sugar e plastic tax, che a quanto pare sono di difficile applicazione, ma potrebbero essere sostituite dalla web green tax, applicata ai colossi dell’eCommerce che non garantiscono consegne poco impattanti sull’ambiente.