Gli short seller hanno perso 1,3 miliardi dal recente rally di AMC

(Teleborsa) – Ieri è stata un’altra grande giornata per Amc Entertainment Holdings, che ha messo a segno un rialzo del 35,63%. Nell’ultima settimana le azioni della catena di cinema americana, una dei cosiddetti meme stock al centro della retail mania di inizio anno (il più famoso fu GameStop), hanno guadagnato oltre il 110%.

Secondo la società di analisi finanziaria S3 Partners, l’aumento degli ultimi giorni (che le ha fatto toccare i massimi dal maggio 2017) ha fatto perdere circa 1,3 miliardi di dollari agli short seller sul titolo. Lo short selling, in italiano vendita allo scoperto, è un’operazione finanziaria che consiste nella vendita di strumenti finanziari non posseduti con successivo riacquisto. Questa operazione si effettua se si ritiene che il prezzo al quale gli strumenti finanziari si riacquisteranno sarà inferiore al prezzo inizialmente incassato attraverso la vendita.

(Foto: Coyau CC BY-SA 3.0)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Gli short seller hanno perso 1,3 miliardi dal recente rally di AMC