Gli Italiani sono diventati più poveri della media europea. Lussemburgo inarrivabile

(Teleborsa) – Il benessere delle famiglie italiane è al di sotto della media dell’Unione Europea.

Lo ha certificato l’Eurostat in un rapporto sui consumi pro capite che ha esaminato, a parità di potere di acquisto (ovvero correggendo i dati dalle eventuali distorsioni dei cambi valutari) sia la ricchezza lorda, misurata dal PIL, sia i consumi effettivi individuali (Actual individual consumption) nei 28 Paesi dell’Unione.

Ebbene, fatta 100 la media europea, l’Italia si ritrova con un valore inferiore sia per quanto riguarda il PIL pro capite, 96%, sia per quanto attiene ai consumi individuali, 98%.

Questo declino è avvenuto negli ultimissimi anni dal momento che nel 2012 i consumi effettivi individuali pro capite erano al 103%, dunque poco superiori alla media europea, mentre il PIL pro capite era al 101%.

Quanto alla classifica, i più ricchi in assoluto dell’UE sono i lussemburghesi, che vantano consumi individuali pro capite al 141% della media e un PIL pro capite al 266%.

Seguono i tedeschi (123% sui consumi e 124% sul PIL) e gli austriaci.Fuori da podio danesi, britannici, belgi, finlandesi, olandesi, francesi e svedesi. L’Italia è 11^.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Gli Italiani sono diventati più poveri della media europea. Lussembur...