Giù Piazza Affari con gli altri Listini europei

(Teleborsa) – Milano è debole, in scia alle altre Borse di Eurolandia. A Wall Street, l’S&P-500 continua le contrattazioni in territorio positivo. Occhi puntati sulla situazione politica italiana e sull’insediamento di Biden, in programma domani.

L’Euro / Dollaro USA prosegue gli scambi con un guadagno frazionale dello 0,36%. Lieve aumento dell’oro, che sale a 1.841,1 dollari l’oncia. Segno più per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), in aumento dell’1,41%.

Scende lo spread, attestandosi a +111 punti base, con un calo di 5 punti base, mentre il BTP decennale riporta un rendimento dello 0,55%.

Tra i mercati del Vecchio Continente si muove sotto la parità Francoforte, evidenziando un decremento dello 0,24%, andamento cauto per Londra, che mostra una performance pari a -0,11%. Contrazione moderata per Parigi, che soffre un calo dello 0,33%. Sessione debole per il listino milanese, che scambia con un calo dello 0,25% sul FTSE MIB; sulla stessa linea, si posiziona sotto la parità il FTSE Italia All-Share, che retrocede a 24.428 punti.

Risultato positivo a Piazza Affari per i settori immobiliare (+1,92%), materie prime (+1,18%) e sanitario (+0,92%).

In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti vendite al dettaglio (-1,31%), telecomunicazioni (-1,27%) e beni per la casa (-0,99%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo DiaSorin (+3,01%), Stellantis (+2,60%), CNH Industrial (+1,03%) e Prysmian (+0,92%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Fineco, che prosegue le contrattazioni a -2,53%.

Preda dei venditori Telecom Italia, con un decremento dell’1,94%.

Si concentrano le vendite su Ferrari, che soffre un calo dell’1,93%.

Vendite su Mediobanca, che registra un ribasso dell’1,76%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Sanlorenzo (+4,33%), Maire Tecnimont (+3,74%), Dea Capital (+1,72%) e ERG (+1,36%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Cerved Group, che prosegue le contrattazioni a -2,38%.

Seduta drammatica per Tod’s, che crolla del 2,33%.

Sensibili perdite per IREN, in calo del 2,31%.

In apnea Danieli, che arretra del 2,25%.

(Foto: © Simona Flamigni | 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Giù Piazza Affari con gli altri Listini europei