Gismondi 1754 chiarisce relazioni con la catena americana Neiman Marcus

(Teleborsa) – La casa di gioielli di alta gamma Gismondi 1754, quotata alla Borsa di Milano, ha chiarito le relazioni che la legano alla catena di gioiellerie americana Neiman Marcus, che ha recentemente fatto richiesta del Chaper 11 (una sorta di procedura di amministrazione controllata) ed opera attualmente in continuità aziendale, dopo l’accordo raggiunto con alcuni creditori per rimodulare i propri crediti per circa 750 milioni di dollari.

La compagnia italiana, che oggi è presente con i propri prodotti in 5 concessionari della catena statunitense, sta continuando a monitorare la situazione, esplosa con la crisi generata dall’epidemia di Covid-19, e precisa che i suoi gioielli “che erano presso i department di Neiman Marcus in consignment (conto visione) sono attualmente tutti custoditi presso la sede commerciale della Gismondi 1754 di Miami“.

Gismondi 1754 dichiara inoltre che “non ha alcuna esposizione creditoria nei confronti di Neiman Marcus” e che ha provveduto ad attivare “la procedura denominata UCC1 Filing, che proteggerà i preziosi Gismondi 1754 identificandoli e garantendo l’esclusione da qualsiasi eventuale sequestro cautelativo da parte del curatore fallimentare.

Attualmente sono attive le vendite sulle piattaforme online di Neiman Marcus – si sottolinea – e, non appena l’emergenza Covid-19 consentirà la riapertura degli store Neiman Marcus, Gismondi1754 distribuirà i propri gioielli nei concessionari ritenuti più strategici, così come sarà intensificata la vendita anche sugli online store e attraverso le app Neiman Marcus”.

(Foto: erdna creative – Gismondi 1754)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Gismondi 1754 chiarisce relazioni con la catena americana Neiman Marcu...