Giornata “no” per le commodities: Antofagasta bersaglio di vendite

Giornata da dimenticare per Antofagasta, che sta crollando a Londra con una perdita del 6,54% sui valori precedenti.

Il colosso delle commodites sta ignorando la conferma del giudizio “outperform” da parte di BNP Paribas, subendo il revival dei timori degli investitori per un marcato rallentamento della Cina.
Rallentamento che potrebbe essere confermato stanotte con la pubblicazione del PMI manifatturiero.

Lo scenario su base settimanale di Antofagasta rileva un allentamento della curva rispetto alla forza espressa dal FTSE 100. Tale ripiegamento potrebbe rendere il titolo oggetto di vendite da parte degli operatori.

Il quadro tecnico di Antofagasta suggerisce un’estensione della linea ribassista verso il pavimento a 534,8 centesimi di sterlina (GBX) con tetto rappresentato dall’area 556,3. Le previsioni sono per un prolungamento della fase negativa al test di nuovi minimi individuati a quota 527,7.

Le indicazioni sono da considerarsi meri strumenti di informazione, e non intendono in alcun modo costituire consulenza finanziaria, sollecitazione al pubblico risparmio o promuovere alcuna forma di investimento.
(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Giornata “no” per le commodities: Antofagasta bersaglio di...