Giornata negativa per l’equity europeo

(Teleborsa) – Tutte in calo in chiusura le principali Borse europee, mentre la piazza di New York consolida le basi precedenti dopo i recenti massimi storici.

L’Euro / Dollaro USA mostra un timido guadagno dello 0,27%. Sostanzialmente stabile l’oro a quota 1.259,8 dollari l’oncia. Seduta sulla parità per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che si attesta a 57,25 dollari per barile.

Piccolo passo verso l’alto dello spread, che raggiunge quota 152 punti base, mostrando un aumento di 2 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari all’1,89%.

Tra le principali Borse europee in rosso Francoforte, che evidenzia un deciso ribasso dello 0,71%, senza slancio Londra, che chiude con un +0,09%, giornata fiacca per Parigi, che segna un calo dello 0,69%.

Il listino milanese archivia la seduta poco sotto la parità, con il FTSE MIB che cede lo 0,52%.

Alla chiusura della Borsa di Milano, il controvalore degli scambi nella seduta odierna risulta essere stato pari a 2,3 miliardi di euro, in deciso ribasso (-37,51%), rispetto alla seduta precedente che aveva visto la negoziazione di 3,67 miliardi di euro; mentre i contratti si sono attestati a 263.434, rispetto ai precedenti 307.820 ed i volumi scambiati sono passati da 1,74 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,87 miliardi.

Tra i 227 titoli scambiati, i titoli positivi sono stati 101, mentre 110 hanno terminato in calo. Sostanzialmente stabili le restanti 16 azioni.

Buona la performance a Milano dei comparti Chimico (+1,09%), Telecomunicazioni (+0,60%) e Tecnologico (+0,54%). Nel listino, i settori Vendite al dettaglio (-3,79%), Utility (-2,08%) e Immobiliare (-1,72%) sono stati tra i più venduti.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, ottima performance per Saipem, che registra un progresso del 3,62%. Exploit di BPER, che mostra un rialzo del 3,32%. Su di giri Banco BPM (+2,72%). In luce Prysmian, con un ampio progresso dell’1,25%. I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Yoox, che ha archiviato la seduta con un -5,63% sul taglio delle stime da parte di alcuni analisti. Vendite a piene mani su Enel, che soffre un decremento del 2,66%. Spicca la prestazione negativa di Terna, che scende dell’1,95%. A2A scende dell’1,52%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Geox (+2,01%), Maire Tecnimont (+1,95%), Aeroporto di Bologna (+1,93%) e Ansaldo (+1,83%). Proseguono le vendite su IGD, che ha terminato le contrattazioni con un -4,02% dopo l’annuncio di un aumento di capitale da 150 milioni di euro. Pessima performance per Hera, che registra un ribasso del 2,65%. Sessione nera per Acea, che lascia sul tappeto una perdita del 2,61%. In caduta libera Piaggio, che affonda del 2,42%.

Giornata negativa per l’equity europeo