Giornata di vendite in Europa. Milano la peggiore

(Teleborsa) – Borse europee travolte dalle vendite nell’ultima seduta della settimana, contagiate ancora una volta dal crollo delle piazze cinesi e dal ribasso del prezzo del petrolio. Uno scenario che dal’inizio dell’anno è tornato a ripetersi più volte, facendo perdere tutto il guadagno accumulato da Piazza Affari nel 2015. 
Il Light Sweet Crude Oil è sceso sotto i 30 dollari al barile, posizionandosi a 29,59 dollari, con un calo del 5,16%.

A livello macroeconomico si segnala l’inflazione in Italia, rimasta invariata a dicembre, e le immatricolazioni europee ancora in aumento. Tra le variabili macroeconomiche di maggior peso negli Stati Uniti sarà annunciato il dato sulle vendite dettaglio alle 14:30 di questo pomeriggio che, secondo gli analisti, sarà di 0,1%.
I mercati sono in attesa anche del Produzione industriale, per la quale gli analisti stimano -0,2%.
In calendario inoltre il dato Fiducia consumatori Università Michigan alle 16:00 (93 punti nelle stime degli esperti).

Seduta in lieve rialzo per l’Euro / Dollaro USA, che avanza a quota 1,09.  

Sui livelli della vigilia lo spread, che si mantiene a 97 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,52%.

Tra le principali Borse europee, Francoforte evidenzia un deciso ribasso dell’1,07%, Londra scende dell’1,40% mentre Parigi arretra dell’1,35%.

Sessione da dimenticare per la Borsa italiana, con il FTSE MIB che sta lasciando sul terreno l’1,76%.

In questa pessima giornata, nessuna Blue Chip registra una performance positiva.

A picco Cnh Industrial, -4,12%, per l’underperform di Credit Suisse mentre FCA cede l’1,10%, dopo i buoni dati sulle vendite in Europa. Ieri la casa automobilistica ha definito “infondati” i rumors sulle vendite truccate.

Seduta drammatica per gli oil, con Tenaris che crolla del 4,12% e Saipem del 3,56%.

Sensibili perdite per Banca Popolare dell’Emilia Romagna, in calo del 3,68%.

Sul listino completo sbandano i titoli del comparto auto: Pininfarina -5,81%, Brembo -5,07% sulla debolezza del settore in Europa dopo la pessima giornata di ieri sul crollo di Renault.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Giornata di vendite in Europa. Milano la peggiore