Giornata di acquisti sulle Borse europee. A Milano brilla Saipem

(Teleborsa) – Tutte positive in chiusura le principali Borse europee, che si rafforzano nel pomeriggio grazie all’avvio in verde di Wall Street.

La Borsa più grande del mondo continua a trarre beneficio dallariforma fiscale, che potrà essere messa in atto già a partire dal 2018 grazie al via libera definitivo della Camera.

Il corposo taglio delle tasse alla Corporate America ha messo in secondo piano i dati macroeconomici non brillanti, in particolare l’inattesa revisione al ribasso del PIL e la crescita oltre il consensus dei sussidi alla disoccupazione. Migliore delle attese, invece, il Philly Fed mentre l’attività economica del Distretto Fed di Chicago si è contratta. 

Scarna, invece, l’agenda macro europea. Nel pomeriggio sono giunti i dati sulla fiducia dei consumatori europei, in miglioramento. 

Sul valutario l’Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile a 1,187.

Tra le commodities l’Oro è fermo a 1.267,1 dollari l’oncia mentre il petrolio (Light Sweet Crude Oil) scambia a 58,12 dollari per barile.

Scende lo spread, attestandosi a 150 punti base, con un calo di 5 punti base, mentre il BTP decennale riporta un rendimento dell’1,91%.

Tra gli indici di Eurolandia tonica Francoforte, che registra una plusvalenza dello 0,31%. Buoni spunti su Londra, che mostra un ampio vantaggio dell’1,05% all’indomani delle ultime novità sulla Brexit, mentre Parigi porta a casa un guadagno dello 0,62%.

Lieve aumento per la Borsa di Milano, che mostra sul FTSE MIB un rialzo dello 0,59%; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share fa un piccolo salto in avanti dello 0,52%, portandosi a 24.580 punti. Sulla parità il FTSE Italia Mid Cap (+0,13%), come il FTSE Italia Star (0,1%).

Dai dati di chiusura di Milano, il controvalore degli scambi nella seduta odierna risulta essere stato pari a 1,94 miliardi di euro, in ribasso (-7,2%), rispetto ai precedenti 2,09 miliardi; mentre i contratti si sono attestati a 207.518, rispetto ai precedenti 236.883, mentre i volumi scambiati sono passati da 0,75 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 1,84 miliardi.

A fronte dei 229 titoli trattati sulla piazza milanese, 99 azioni hanno chiuso in calo, mentre 112 azioni hanno portato a casa un incremento. Poco mosse le altre 18 azioni del listino italiano.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano brilla Saipem (+2,48%). Richieste anche Banco BPM (+1,98%), Tenaris (+1,53%) e Intesa Sanpaolo (+1,51%).

I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Italgas, che ha archiviato la seduta a -1,54%. Oggi la società ha annunciato l’acquisto di due asset.

Sotto pressione Banca Generali, con un forte ribasso dell’1,45%.

Giornata fiacca per Campari, che segna un calo dello 0,54%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Piaggio (+3,58%), Cerved Information Solutions (+2,58%), Amplifon (+2,56%) e Anima Holding (+1,99%).

Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su IREN, che ha terminato le contrattazioni a -3,36%.

Crolla ERG, con una flessione del 2,66%.

Vendite a piene mani su Gima Tt, che soffre un decremento del 2,54%.

Pessima performance per Acea, che registra un ribasso del 2,13%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Giornata di acquisti sulle Borse europee. A Milano brilla Saipem