Giornata di acquisti per i listini europei

(Teleborsa) – Brillante Piazza Affari, che si allinea all’ottima performance delle principali borse europee.

Gli operatori attendono con ansia le decisioni di politica monetaria della Fed, che dovrebbero giungere domani al termine del FOMC. Secondo le previsioni degli analisti, la banca centrale americana pazienterà fino al terzo trimestre per rialzare i tassi vista l’incertezza sulla crescita economica.

L’Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,136. Lieve aumento per l’oro, che mostra un rialzo dello 0,38%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) mostra un timido guadagno e segna un +0,52%.

Piccolo passo verso l’alto dello spread, che raggiunge quota +237 punti base, mostrando un aumento di 3 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari al 2,46%.

Tra gli indici di Eurolandia andamento positivo per Francoforte +1,04%, bene Londra che mostra un rialzo dello 0,66%, resistente Parigi, che segna un aumento dello 0,51%.

Giornata di guadagni per la Borsa di Milano, con il FTSE MIB, che mostra una plusvalenza dello 0,78%, proseguendo la serie positiva iniziata mercoledì scorso; sulla stessa linea, in rialzo il FTSE Italia All-Share, che aumenta rispetto alla vigilia arrivando a 23.440 punti. Leggermente positivo il FTSE Italia Mid Cap (+0,29%), come il FTSE Italia Star (0,2%).

In luce sul listino milanese i comparti automotive (+2,35%), materie prime (+1,54%) e beni industriali (+1,30%). In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti immobiliare (-0,76%) e viaggi e intrattenimento (-0,62%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Fiat Chrysler (+5,32%) su una possibile fusione con PSA, Leonardo (+2,25%), Exor (+2,18%) e Atlantia (+1,87%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Banco BPM, che prosegue le contrattazioni a -1,07%. Sottotono Amplifon che mostra una limatura dello 0,97%. Deludente UBI Banca, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, IMA (+2,91%), Mediaset (+2,41%), Danieli (+1,89%) e Sias (+1,86%). Le peggiori performance, invece, si registrano su RCS, che ottiene -3,00%. Spicca la prestazione negativa di FILA, che scende dell’1,82%. Aquafil scende dell’1,58%. Calo deciso per Maire Tecnimont, che segna un -1,56%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Giornata di acquisti per i listini europei