Giornata da dimenticare per le borse europee. Milano la peggiore

(Teleborsa) – Finale di giornata decisamente negativo per i mercati del Vecchio Continente, con la piazza di Milano in testa alle perdite per “colpa” delle banche. In rosso anche il mercato USA.

Nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,139. L’Oro, in aumento (+1,13%), raggiunge 1.229,1 dollari l’oncia. Sostanzialmente stabile il mercato petrolifero, che continua la sessione sui livelli della vigilia con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che scambia a 35,7 dollari per barile.

Torna a salire lo spread, attestandosi a 117 punti base, con un aumento di 6 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari all’1,27%.

Tra i mercati del Vecchio Continente, affonda Francoforte, con un ribasso del 2,63%, soffre Londra, che evidenzia una perdita dell’1,19%, crolla Parigi, con una flessione del 2,18%.

A Milano, forte calo del FTSE MIB (-3%), che ha toccato 17.109 punti, proseguendo la serie di quattro ribassi consecutivi, iniziata giovedì scorso; profondo rosso per il FTSE Italia All-Share, che si ferma a 18.834 punti, in netto calo del 2,56%. Depresso il FTSE Italia Mid Cap (-2,02%), come il FTSE Italia Star (-1,7%).

Dai dati di chiusura di Borsa Italiana, risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,12 miliardi di euro, in calo del 18,74%, rispetto ai 2,61 miliardi della vigilia; mentre i contratti si sono attestati a 262.335, rispetto ai 297.768 precedenti.

Tra i 222 titoli scambiati, i titoli positivi sono stati 28, mentre 183 hanno terminato in calo. Sostanzialmente stabili le restanti 11 azioni.

Andamento negativo a Piazza Affari su tutti i comparti. Nel listino, i settori Servizi per la finanza (-4,56%), Media (-4,35%) e Banche (-4,11%) sono stati tra i più venduti.

Buzzi Unicem, che mette a segno un +0,66%, è l’unica tra le Blue Chip di Piazza Affari a riportare una performance positiva. I più forti ribassi, invece, si sono verificati sulle banche, con il Banco Popolare (-8,05%) e la Banca Popolare di Milano (-6,56%) in testa alle vendite.

Pessima performance per UBI Banca, che registra un ribasso del 5,89%.

Sessione nera per STMicroelectronics, che lascia sul tappeto il 5,79%.

Giornata da dimenticare per le borse europee. Milano la peggiore