Giornata da dimenticare per il mercato americano

(Teleborsa) – Seduta negativa per la borsa di Wall Street con il sentiment degli investitori ancora condizionato dall’inasprimento delle tensioni commerciali. Il Presidente USA Trump non solo ha attaccato l’UE, minacciando dazi sui Paesi che introdurranno la digital tax, ma ha anche ipotizzato un rinvio degli accordi con la Cina fino alle elezioni presidenziali di novembre 2020.

In una giornata priva di dati macroeconomici di rilievo, il Dow Jones accusa una discesa dell’1,28%; sulla stessa linea, si muove in retromarcia lo S&P-500, che scivola a 3.085,7 punti. Negativo il Nasdaq 100 (-1,06%), come l’S&P 100 (-1%).

Forte nervosismo e perdite generalizzate nell’S&P 500 su tutti i settori, senza esclusione alcuna. In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti finanziario (-1,69%), beni di consumo secondari (-1,30%) e beni industriali (-1,21%).

Tutte le Blue Chip del Dow Jones perdono terreno a Wall Street.

Le peggiori performance si registrano su Goldman Sachs, che ottiene -3,01%.

In caduta libera DOW, che affonda del 2,65%.

Pesante Intel, che segna una discesa di ben -2,58 punti percentuali.

Seduta drammatica per Apple, che crolla del 2,31%.

Al top tra i colossi tecnologici di Wall Street, si posizionano Symantec (+1,45%), Stericycle (+0,99%), SBA Communications (+0,87%) e Illumina (+0,65%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Micron Technology, che continua la seduta con -3,27%.

Sensibili perdite per Check Point Software Technologies, in calo del 3,08%.

In apnea KLA-Tencor, che arretra del 2,87%.

Tonfo di Mattel, che mostra una caduta del 2,75%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Giornata da dimenticare per il mercato americano