Giornata da dimenticare per il mercato americano

(Teleborsa) – Segno meno per il listino USA, in una sessione caratterizzata da ampie vendite, con il Dow Jones che accusa una discesa dell’1,22% ed è sulla buona strada per registrare la sua peggiore settimana da gennaio. L’indice americano prosegue in tal modo una serie negativa, iniziata lunedì scorso, di cinque ribassi consecutivi; sulla stessa linea, vendite diffuse sull’S&P-500, che continua la giornata a 4.186 punti (-0,76%). In frazionale calo il Nasdaq 100 (-0,52%); con analoga direzione, variazioni negative per l’S&P 100 (-0,78%).

Secondo quanto dichiarato oggi da James Bullard, componente del Federal Open Market Committee (FOMC) della FED, è “naturale che ci siamo inclinati un po’ più verso dichiarazioni “hawkish” per contenere le pressioni inflazionistiche”.

Scivolano sul listino americano S&P 500 tutti i settori. Nel listino, i settori energia (-2,13%), finanziario (-1,62%) e materiali (-1,24%) sono tra i più venduti.

Giornata da dimenticare per tutte le Blue Chip del Dow Jones, che mostrano una performance negativa.

I più forti ribassi si verificano su Honeywell International, che continua la seduta con -5,18%.

Pesante American Express, che segna una discesa di ben -2,23 punti percentuali.

Seduta drammatica per JP Morgan, che crolla del 2,07%.

Sensibili perdite per Goldman Sachs, in calo del 2,04%.

Sul podio dei titoli del Nasdaq, Adobe Systems (+2,28%), Nvidia (+1,45%) e Biogen (+0,66%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Vodafone, che prosegue le contrattazioni a -2,67%.

In apnea Micron Technology, che arretra del 2,29%.

Tonfo di Intel, che mostra una caduta del 2,03%.

Lettera su Dish Network, che registra un importante calo del 2,02%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Giornata da dimenticare per il mercato americano