Giornata all’insegna delle vendite per i mercati europei

(Teleborsa) – Le borse europee chiudono la seduta al ribasso peggiorando la performance già negativa dopo l’avvio debole di Wall Street in scia alle dichiarazioni di Jerome Powell. Il presidente della Federal Reserve ha dichiarato che l’outlook dell’economia resta incerto e soggetto a notevoli rischi. La Banca centrale ha aperto ad ulteriori misure a sostegno della congiuntura ed ha allontanato le speculazioni sull’adozione di tassi di interesse negativi.

Alle indicazioni poco incoraggianti del banchiere si aggiungono i timori per una seconda ondata di contagi da coronavirus.

Sul mercato valutario, l’Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile e si ferma su 1,084. Segno più per l’oro, che mostra un aumento dello 0,76%. Vendite diffuse sul petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua la giornata a 25,58 dollari per barile.

Lo Spread migliora, toccando i +232 punti base, con un calo di 7 punti base rispetto al valore precedente, con il rendimento del BTP decennale pari all’1,79%.

Tra le principali Borse europee vendite a piene mani su Francoforte, che soffre un decremento del 2,56%, pessima performance per Londra, che registra un ribasso dell’1,51%, e sessione nera per Parigi, che lascia sul tappeto una perdita del 2,85%. Giornata nera per la Borsa di Milano, che affonda con una discesa del 2,14%.

Si distingue a Piazza Affari il settore sanitario ed esibisce un +2,35% sul precedente.

Nella parte bassa della classifica di Piazza Affari, sensibili ribassi si manifestano nei comparti materie prime (-4,05%), tecnologia (-3,42%) e bancario (-3,00%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Diasorin (+7,48%), A2A (+2,15%), Recordati (+1,32%) e Terna (+1,11%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Exor, che continua la seduta con -7,21%.

In caduta libera Mediobanca, che affonda del 4,43%.

Pesante Fineco, che segna una discesa di ben -4,1 punti percentuali.

Seduta drammatica per Tenaris, che crolla del 4,09%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Carel Industries (+6,30%), Banca Farmafactoring (+5,68%), Saras (+3,14%) e Fincantieri (+2,63%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su IMA, che ottiene -4,56%.

Vendite su Piaggio, che registra un ribasso del 4,18%.

Sensibili perdite per ASTM, in calo del 4,10%.

In apnea Technogym, che arretra del 4,08%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Giornata all’insegna delle vendite per i mercati europei