Giornata all’insegna delle vendite per i mercati europei

(Teleborsa) – Finale di giornata negativo per i mercati del Vecchio Continente, con la borsa di Milano in difficoltà sull’allargamento del differenziale tra il BTP e il Bund tedesco, volato sopra i 300 punti. Lo spread raggiunge quota 303 punti base, aumentando di 19 punti base rispetto al precedente, mentre il BTP con scadenza 10 anni riporta un rendimento del 3,57%.
Nel frattempo, a Wall Street si rileva un andamento negativo per l’S&P-500.

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,41%. Vendite diffuse sull’oro, che scambia a 1.185,3 dollari l’oncia. Nessuna variazione significativa per il mercato petrolifero, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che si attesta sui valori della vigilia a 74,34 dollari per barile.

Tra i mercati del Vecchio Continente sotto pressione Francoforte, con un forte ribasso dell’1,36%, soffre Londra, che evidenzia una perdita dell’1,16%, male Parigi, con un decremento dell’1,10%.

Pioggia di vendite sul listino milanese, che termina con una pesante flessione del 2,43%: il FTSE MIB prosegue in tal modo una serie negativa, iniziata giovedì scorso, di tre ribassi consecutivi.

Il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,47 miliardi di euro, in rialzo rispetto agli 2,35 miliardi della vigilia, mentre i volumi si sono attestati a 1,46 miliardi di azioni, rispetto ai 1,38 miliardi precedenti.

Tra i 224 titoli scambiati sul listino milanese, 22 azioni hanno chiuso la seduta odierna in rialzo, mentre 197 hanno portato a casa una flessione. Poco variate le restanti 5 azioni.

Risultato negativo a Milano per tutti i settori. Tra i peggiori della lista di Piazza Affari, in maggior calo i comparti bancario (-3,71%), servizi finanziari (-3,45%) e viaggi e intrattenimento (-3,09%).

Le vendite si sono abbattute su Banco BPM, che ha terminato le contrattazioni con un -6,47%.

Affonda UBI Banca, con un ribasso del 4,94%.

Crolla Fineco, con una flessione del 4,79%.

Vendite a piene mani su Moncler, che soffre un decremento del 4,75%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Saras (+3,20%) e Sias (+0,95%). Le peggiori performance, invece, si sono registrate su Aeroporto di Bologna, che ha chiuso con un -13,13%.

Pessima performance per Banca Ifis, che registra un ribasso del 12,61%.

Sessione nera per Biesse, che lascia sul tappeto una perdita dell’11,75%.

In caduta libera Cementir, che affonda del 6,37%.

Giornata all’insegna delle vendite per i mercati europei