Giornata all’insegna degli acquisti per i Listini europei

(Teleborsa) – Finale in territorio positivo per i principali mercati di Eurolandia. Sulla stessa scia rialzista archivia la seduta Piazza Affari. 

Sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,166. Seduta in lieve rialzo per l’oro, che avanza a 1.225,4 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la seduta poco sotto la parità con una variazione negativa dello 0,49%.

In lieve rialzo lo spread, che si posiziona a 233 punti base, con un timido incremento di 3 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari al 2,73%.

Tra i mercati del Vecchio Continente Francoforte, riflette un aumento dello 0,40%. Tonica anche Londra, che mostra un progresso dello 0,50%, seguita da Parigi, +0,57%. Piazza Affari archivia la giornata con un guadagno frazionale sul FTSE MIB dello 0,42%. 

Alla chiusura della Borsa di Milano, il controvalore degli scambi nella seduta odierna risulta essere stato pari a 2 miliardi di euro, in deciso ribasso (-17,47%), rispetto alla seduta precedente che aveva visto la negoziazione di 2,43 miliardi di euro; mentre i contratti si sono attestati a 233.601, rispetto ai precedenti 279.736 ed i volumi scambiati sono passati da 0,9 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 1,11 miliardi.

Tra i 226 titoli scambiati, i titoli positivi sono stati 139, mentre 70 hanno terminato in calo. Sostanzialmente stabili le restanti 17 azioni.

In buona evidenza a Milano i comparti telecomunicazioni (+4,50%), viaggi e intrattenimento (+2,43%) e media (+2,35%). Tra i peggiori della lista del listino azionario italiano, in maggior calo i comparti sanitario (-1,08%), immobiliare (-0,84%) e materie prime (-0,79%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Telecom Italia (+4,99%), Mediaset (+3,21%), Buzzi Unicem (+2,35%) e Mediobanca (+1,84%). Le peggiori performance, invece, si sono registrate su Ferrari, che ha chiuso a -1,48%.

Sotto pressione Banca Generali, che accusa un calo dell’1,38% all’indomani dei conti.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Banca MPS (+5,89%), Fincantieri (+4,70%), Salini Impregilo (+3,38%) e Autogrill (+3,29%). Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Amplifon, che ha terminato le contrattazioni a -2,80%.

Giornata all’insegna degli acquisti per i Listini europei