Giorgetti, aggiornare strategia europea su decarbonizzazione

(Teleborsa) – “E’ importante che al centro dell’attenzione della discussione ci siano due settori colpiti per primi dalla crisi pandemica: il tessile e l’industria pesante, in Italia i più penalizzati”. Lo ha detto il Ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti nel suo intervento durante il dibattito a Lubiana al Consiglio informale sulla Competitività.

“Siamo ancora, purtroppo, nella fase dei prototipi di alta qualità di gamma, quindi di prezzo elevato e riservati a piccole nicchie di mercato. Per il nostro mercato, per l’industria pesante di cui si parla oggi ad esempio, è importante garantire competitività ai nostri prodotti. Per questo è necessario che le buone pratiche ambientali, assolutamente condivisibili, siano realizzate a livello globale e non solo dichiarate. Questo consiglio Competitività è strategico affinchè i nostri ministeri facciano sentire la loro voce per pragmatismo e concretezza”.

“E’ necessario . ha aggiunto Giorgetti – aggiornare la strategia europea sulla decarbonizzazione, serve una riflessione sulla compatibilità tra sovranità tecnologica e aiuti di stato. Sulla questione microprocessori, ad esempio non è possibile affrontare il tema della sovranita’ tecnologica senza la possibilità di accedere agli aiuti di stato. Gli Usa stanziano 54 milioni di dollari per sussidiare i produttori dei semiconduttori. Anche l’Europa deve prendere delle decisioni importanti per lo sviluppo di questo settore”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Giorgetti, aggiornare strategia europea su decarbonizzazione