Gibus chiude il 2020 con ricavi a 45 milioni e progetta nuova sede

(Teleborsa) – Gibus, società quotata su AIM Italia e attiva nel settore outdoor design di alta gamma, ha chiuso il 2020 con ricavi a 45,1 milioni di euro, registrando un CAGR 2016-2020 pari a +10%. Ora la società ha lanciato il concorso “The sun factory” per la progettazione architettonica della nuova sede societaria e produttiva nel comune di Teolo (PD), ai piedi dei Colli Euganei e a distanza di pochi chilometri dalla storica sede di Saccolongo, sul terreno di circa 90.000 mq acquisito dalla società nel corso del 2020.

Il progetto prevede la rilocazione di tutte le attività aziendali nel nuovo stabilimento produttivo, che sarà in grado di generare molteplici vantaggi: i flussi produttivi potranno essere ottimizzati all’interno dell’unico stabilimento, i nuovi edifici saranno costruiti secondo i massimi criteri in termini di sostenibilità e risparmio energetico e la costruzione di uno stabilimento di proprietà permetterà un risparmio significativo a conto economico. L’ultimazione dei lavori è prevista, indicativamente, nella seconda metà del 2023.

“La significativa crescita del volume d’affari registrata nell’ultimo quinquennio ha generato un forte stress sulle strutture produttive e amministrative che ospitano le attività aziendali”, ha dichiarato Gianfranco Bellin, presidente e amministratore delegato di Gibus. “Per guardare con serenità ad un ulteriore processo di crescita abbiamo deciso di dotarci di una nuova sede dotata di spazi adeguati rispetto alle nostre ambizioni“, ha aggiunto.

(Foto: Fragment)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Gibus chiude il 2020 con ricavi a 45 milioni e progetta nuova sede