Giappone, stabile l’inflazione a settembre

(Teleborsa) – Stabile l’inflazione in Giappone, mentre nell’area di Tokyo il dato tendenziale passa in negativo. Un’indicazione che peserà sulle scelte della Bank of Japan, che sta tentando di risollevare l’inflazione con una politica ultra espansiva. Proprio la prossima settimana si terrà la riunione della banca centrale nipponica.

Secondo l’Ufficio nazionale di statistica, nel mese di settembre, l’indice dei prezzi al consumo (CPI) non ha registrato alcuna variazione su base mensile, mentre su anno ha riportato una crescita dello 0,7% come nel mese precedente.

Invariato anche il dato core a livello congiunturale mentre è salito dello 0,7% tendenziale come ad agosto. Il dato è al netto delle componenti più volatili, quali i cibi freschi, anche qui secondo le attese.

Il dato preliminare dell’indice dei prezzi al consumo dell’area di Tokyo (ritenuta un ottimo anticipatore del trend di prezzi nazionale) relativo al mese di ottobre, segnala una variazione di -0,2% su mese.

Su anno invece l’inflazione segna un -0,2%. L’indice core sale dello 0,1%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Giappone, stabile l’inflazione a settembre