Giappone, nessuna novità sul fronte del mercato del lavoro

Stabile il mercato del lavoro in Giappone mentre i redditi e le spese delle famiglie hanno registrato una flessione.

A settembre il tasso di disoccupazione giapponese si è attestato al 3,4%, come ad agosto, in linea con le attese dagli analisti. Il dato è stato comunicato dal Ministro degli Affari interni delle poste e telecomunicazioni del Giappone.

Il numero dei disoccupati è risultato pari a 2,27 milioni, risultando in calo di 60 mila unità rispetto allo scorso anno (-2,6%).
Gli occupati sono pari a 64,39 milioni, in aumento di 370 mila unità pari a +0,6% rispetto all’anno precedente.

In calo le spese delle famiglie giapponesi nel mese di settembre dopo il dato positivo di agosto. Nel periodo in esame, le spese hanno fatto segnare una discesa dello 0,3% in termini nominali e dello 0,4% in termini reali, attestandosi a 274.309 yen. Lo ha comunicato l’Ufficio statistico nazionale del Giappone.
I redditi delle famiglie operaie sono scesi invece dell’1,5% in termini nominali e dell’1,6% in termini reali a 415.467 yen.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Giappone, nessuna novità sul fronte del mercato del lavoro