Giappone, inflazione in caduta libera, pressing sulla BoJ

(Teleborsa) – Prezzi al consumo giapponesi ancora una volta in discesa. Nel mese di giugno, l’inflazione nipponica ha raggiunto i minimi degli ultimi 3 anni, mettendo sotto pressione l’istituto centrale per ulteriori misure di sostegno. Misure che sono state decise proprio oggi, al termine di due giorni di politica monetaria, però considerate deludenti dagli analisti perché troppo modeste. 

Il dato sull’inflazione ha mostrato una discesa dei prezzi dello 0,5% su base annuale mentre la statistica relativa all’area di Tokyo ha evidenziato una flessione dello 0,4%. I dati di Tokyo sono ritenuti un ottimo anticipatore del trend di prezzi nazionale.

Frenano, poi, le spese familiari calate del 2,2% segnando il quarto calo mensile consecutivo. 

La produzione industriale è invece salita dell’1,9% a giugno mentre il tasso di disoccupazione si è attestato al valore più basso degli ultimi 21 anni, scendendo al 3,1%.

Infine, le vendite al dettaglio sono scivolate dell’1,4% su anno.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Giappone, inflazione in caduta libera, pressing sulla BoJ