Giappone, il governo vede nero sull’economia

Il governo giapponese ha una visione più pessimistica dell’economia nipponica e peggiora la propria valutazione sull’andamento della produzione industriale. 

Una posizione, quella scelta dall’esecutivo, che aggiunge pressione allo stesso premier Shinzo Abe e alimenta le attese per un intervento espansivo della Banca centrale giapponese, nella riunione di fine mese.

Nel suo rapporto economico mensile, il governo ha rilevato alcune “aree” di debolezza pur riconoscendo una ripresa moderata dell’economia. L’esecutivo ha di fatto abbassato per il secondo mese consecutivo la sua valutazione complessiva dell’economia, un duro colpo per gli sforzi messi in campo da Abe, finora, per riportare in pista il Giappone.

Il governo, nel frattempo, ha fatto alcuni progressi nel campo delle riforme strutturali tanto attese. Giappone, Stati Uniti ed altri 10 paesi in tutto il Pacifico hanno raggiunto all’inizio di ottobre un accordo commerciale, il Trans-Pacific Partnership, che eliminerà barriere e dazi per i beni e servizi.

Giappone, il governo vede nero sull’economia