Giappone, economia resta in fase di contrazione

(Teleborsa) – Nel mese di settembre, l’indice PMI manifatturiero giapponese, si è attestato a 47,3 punti in lieve calo rispetto ai 47,2 di agosto. E’ quanto risulta dalla lettura preliminare del dato stilata congiuntamente da Jibun Bank e Markit.

La stima sull’indice PMI servizi vede un lieve rialzo dell’indicatore a 45,6 punti dai precedenti 45 mentre il PMI Composite, sempre a settembre, si è portato a 45,5 punti contro i 45,2 di agosto.

Tutti gli indicatori restano tuttavia in fase di contrazione, in quanto inferiori ai 50 punti, soglia di demarcazione tra fase di contrazione – valori al di sotto – e di espansione – valori al di sopra.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Giappone, economia resta in fase di contrazione