Giappone, deficit commerciale giù sull’effetto mini-greggio

Cala il deficit della bilancia commerciale giapponese, grazie soprattutto ad un crollo del valore delle importazioni, causato dal calo dell’interscambio dei prodotti energetici, connesso con il crollo delle quotazioni petrolifere. Delude invece l’export, a causa della crisi cinese. 

Secondo il Ministero delle Finanze del Giappone (MOF), il deficit commerciale si è attestato a settembre a 114,5 mld di yen, in miglioramento dal passivo di 962 mld dello stesso mese di un anno prima.

In modesta crescita le esportazioni che sono salite dello 0,6% su anno, mentre le importazioni hanno segnato una forte discesa dell’11,1%.

Giappone, deficit commerciale giù sull’effetto mini-gregg...