Giappone, banca centrale meno preoccupata per l’inflazione e per la crescita

I membri del board di politica monetaria della Banca centrale del Giappone sono concordi nel pensare che la ripresa economica sta continuando. 

Dall’ultimo verbale della Bank of Japan (BoJ), tenutasi lo scorso 14 e 15 settembre al termine della quale si è deciso di lasciare tassi e piano di stimolo invariati, è emerso che l’economia giapponese procede ad un passo moderato nonostante le esportazioni e la produzione, piuttosto piatte, risentano del rallentamento delle economie emergenti.

La BoJ resta fiduciosa nel raggiungimento del target d’inflazione del 2% nel semestre che si chiuderà a settembre del prossimo anno, evidenziando prospettive al rialzo dei prezzi nel lungo periodo. Nel frattempo proseguiranno le misure di stimolo all’economia messe in atto sinora, il cosiddetto Quantitative Easing.

Giappone, banca centrale meno preoccupata per l’inflazione e per...