Giappone, Abe: “Il Paese non si trova più in uno stato di deflazione”

(Teleborsa) – Il PIL del Giappone registrerà un espansione pari all’1,8%, nell’arco del prossimo anno fiscale, che avrà inizio a febbraio 2018. E’ quanto stima il governo nipponico che ha pubblicato le previsioni di crescita per il 2018. Si tratta di una revisione al rialzo delle stime precedenti. In termini nominali il PIL è atteso attestarsi al +2,5%. 

I consumi privati sono visti in aumento dell’1,4%, grazie alle politiche recentemente adottate dall’esecutivo per stimolare l’aumento dei salari e gli investimenti in conto capitale.

Gran parte della crescita economica dovrebbe essere sostenuta dalla domanda domestica, mentre la domanda esterna aumenterà secondo il governo di appena un decimo di punto percentuale.

Il governo giapponese ha tuttavia tagliato l’outlook sulla crescita dell’inflazione misurata dall’indice dei prezzi al consumo all’1,1% contro la stima precedente dell’1,3%.

Il premier Shinzo Abe si dice comunque ottimista e afferma che “il Giappone non si trova più in uno stato di deflazione”.

Giappone, Abe: “Il Paese non si trova più in uno stato di defla...