Ghosn lascia arresti domiciliari in Giappone e vola in Libano

(Teleborsa) – Carlos Ghosn, ex Presidente della Nissan, ha confermato di aver lasciato il Giappone e di trovarsi in Libano. Attraverso i suoi legali, ha dichiarato che non stava fuggendo dalla giustizia ma sta piuttosto cercando di evitare “ingiustizia e persecuzione politica”.

Ghosn, che si trovava ai domiciliari a Tokyo in attesa di processo per una serie di illeciti finanziari che vanno dall’appropriazione indebita dei fondi della sua società, alla frode fiscale all’abuso di fiducia aggravata, per un ammontare stimato in 73 milioni di euro – accuse da lui sempre respinte non ha fornito dettagli su come è uscito dal Giappone ma ha promesso che parlerà presto con i giornalisti.

“Ora sono in Libano e non sarò più tenuto in ostaggio da un sistema giudiziario giapponese in cui si presume la colpa, la discriminazione dilaga e vengono negati i diritti umani di base”, si legge in una dichiarazione.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ghosn lascia arresti domiciliari in Giappone e vola in Libano