Germania, ordini industria in forte frenata. Peggio di attese

(Teleborsa) – Calano ancora gli ordinativi all’industria della Germania. Secondo l’Ufficio Nazionale di Statistica Destatis, nel mese di agosto si è registrato un decremento dello 0,6% dopo la discesa del 2,1% del mese precedente (rivisto da un preliminare -2,7%).

Il dato è peggiore delle aspettative degli analisti che avevano previsto una frenata più contenuta, ovvero dello 0,3%.

Rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, gli ordinativi risultano in calo del 6,7% dopo che a luglio si era registrata una variazione negativa pari a -5%.

Nel dettaglio, gli ordini domestici sono diminuiti del 2,6% mentre quelli esteri hanno registrato un incremento dello 0,9%.

La locomotiva d’Europa resta sotto i riflettori degli analisti, in attesa dei dati sulla produzione industriale in agenda domani, (martedì 8 ottobre), e della bilancia commerciale giovedì 10 ottobre. In chiusura di settimana il focus sarà sulla revisione del rating da parte di S&P (venerdì 11 ottobre).

Di fronte al raffreddamento ormai evidente dell’economia tedesca gli analisti tagliano le stime sul PIL della Germania. I cinque principali istituti di ricerca economici tedeschi (DIW, ifo Institute, IfW, IWH e RWI), hanno rivisto significativamente al ribasso le loro previsioni, la scorsa settimana. Mentre in primavera si aspettavano ancora che il Prodotto Interno Lordo (PIL) crescesse dello 0,8% nel 2019, si aspettano ora che l’espansione sia solo dello 0,5% principalmente a causa della debolezza della domanda mondiale di beni capitali e dell’incertezza politica.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Germania, ordini industria in forte frenata. Peggio di attese