Germania, l’indice ZEW crolla e sconta effetti protezionismo e Siria

(Teleborsa) – Peggiorano notevolmente le aspettative di crescita dell’economia tedesca. Ad aprile, l’indice ZEW, un indicatore anticipatore del sentiment dell’economia nei prossimi mesi, scende a -8,2 punti da +5,1 di marzo. Il dato, elaborato dall’Istituto di ricerca tedesco ZEW Institute, risulta anche molto sotto le attese degli analisti che avevano stimato una discesa fino a -0,8 punti.

“Le ragioni di questa recessione nelle aspettative può essere ricercata nei conflitti internazionali su una possibile guerra commerciale degli Stati Uniti e dall’attuale corrente situazione in Siria“, ha detto il Presidente dello Zew, Achim Wambach, aggiungendo che “il significativo declino di produzione, export e vendite al dettaglio avrà effetto negativo anche sullo sviluppo economico futuro”.

In peggioramento anche l’indice relativo al sentiment sulla situazione economica attuale, sceso a 87,9 punti (-2,8 punti rispetto al precedente). Anche questo indicatore fra l’altro appare inferiore alle stime degli economisti (88 punti).

L’indice del clima relativo alla Zona Euro parallelamente è scivolato a 1,9 punti dai 13,4 precedenti e sotto i 7,3 punti previsti dal mercato.

Germania, l’indice ZEW crolla e sconta effetti protezionismo e&n...