Germania, istituti di ricerca tedeschi rivedono stime crescita al ribasso

(Teleborsa) – L’economia tedesca si raffredda ulteriormente. A rilevarlo i principali istituti di ricerca economica tedeschi (DIW, ifo Institute, IfW, IWH e RWI), che hanno rivisto significativamente al ribasso le loro previsioni economiche per la Germania. Mentre in primavera si aspettavano ancora che il Prodotto Interno Lordo (PIL) crescesse dello 0,8% nel 2019, ora si aspettano che la crescita del PIL sia solo dello 0,5% principalmente a causa della debolezza della domanda mondiale di beni capitali e dell’incertezza politica. Al contrario, la politica monetaria sta sostenendo l’espansione macroeconomica.

Per il prossimo anno, i ricercatori economici hanno anche ridotto le loro previsioni di crescita del PIL all’1,1%, avendo previsto l’1,8% in primavera.

“L’industria tedesca è in fase di recessione e questo ha un impatto anche sui fornitori di servizi per tali società”, afferma Claus Michelsen, capo del dipartimento di previsione e politica economica presso l’Istituto tedesco di ricerca economica (DIW di Berlino). “Il fatto che l’economia si stia espandendo è dovuto principalmente al costante stato d’animo positivo delle spese delle famiglie, che è sostenuto da buoni accordi salariali, agevolazioni fiscali e dall’espansione dei trasferimenti pubblici”.

Dalla primavera, tuttavia, i rischi per l’economia tedesca e globale sono diventati più acuti. Le controversie commerciali tra Stati Uniti e Cina, ma anche i conflitti all’interno dell’Asia, stanno causando incertezza e mettendo a dura prova l’economia globale. Una Brexit disordinata metterebbe anche a dura prova l’economia europea, e in particolare l’economia tedesca. In Germania, inoltre, i processi di cambiamento strutturale nella produzione automobilistica presentano rischi per l’importantissimo mercato automobilistico.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Germania, istituti di ricerca tedeschi rivedono stime crescita al riba...