Germania, eliminazione carbone: accordo tra Governo e Länder

(Teleborsa) – La rivoluzione “verde” annunciata dalla Germania passa anche attraverso il superamento del carbone, con la chiusura delle centrali alimentate da questo combustibile altamente inquinante entro il 2038. Se possibile prima. E proprio in quest’ottica, il Governo di Angela Merkel ha raggiunto un accordo con i Länder interessati che prevede compensazioni per oltre 40 miliardi di euro e le prime chiusure alla fine dell’anno in corso.

Sassonia-Anhalt, Sassonia, Brandeburgo e Renania Settentrionale-Vestfalia le Regioni – con le maggiori concentrazioni di centrali a carbone e miniere di lignite, il tipo di combustibile più inquinante – dove convoglieranno i fondi messi sul piatto, utilizzati per progetti infrastrutturali e riconversione dei lavoratori.

Risarcimenti anche agli operatori: a RWE, il più grande produttore tedesco di energia fossile, dovrebbero andare circa 2,6 miliardi di euro, mentre la società mineraria Mibrag, di proprietà del gruppo energetico ceco EPH, otterrà probabilmente un risarcimento di 1,75 miliardi di euro.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Germania, eliminazione carbone: accordo tra Governo e Länder