Germania, economisti scoraggiati sulla crescita

Pessimisti gli economisti teutonici sulla crescita economica tedesca.

I principali istituti di ricerca economica nazionali (Ifo, Diw,Iwh,Rwi), con una nota congiunta, hanno reso noto di aver tagliato le previsioni sulle crescita economica della Germania nel 2015, indicando un PIL in rialzo dell’1,8% contro il +2,1% della precedente previsione. Per l’anno prossimo si prevede ancora un +1,8%.

“L’economia della Germania sta vivendo una ripresa modesta, guidata principalmente dai consumi interni. La debolezza del ciclo economico mondiale è un fattore vincolante, specialmente se riferito ai problemi che affliggono un certo numero di economie emergenti”, ha spiegato Timo Wollmershauser, direttore ad interim del Centro Ifo.

Previsto in aumento, per la prima volta in quattro anni, il tasso di disoccupazione, al 6,5% nel 2015 soprattutto a causa dei migranti. “L’ondata di profughi sta creando un onere significativo a breve termine per l’economia tedesca. Ma potrebbe anche creare opportunità se le giuste misure di politica economica sono adottate per integrare con successo gli immigrati “, ha aggiunto Wollmershauser.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Germania, economisti scoraggiati sulla crescita