Genova supera primo test mobilità. Balleari: “Sinora stanziati 33 milioni per spese urgenti”

(Teleborsa) – “Avevamo timore per l’inizio delle scuole nella giornata odierna, ma questa mattina il servizio di mobilità ha funzionato bene, anche se con un po’ di rallentamenti. Abbiamo messo in piedi un servizio importante, che ha avuto buon risultato. Indubbiamente tutto è migliorabile, ma la situazione è stata gestita bene, attraverso un servizio mirato per gli studenti, con una rete di scuolabus e servizi ad persona anche con l’utilizzo di taxi”.

E’ quanto ha dichiarato a Teleborsa Stefano Balleari, Vicesindaco di Genova e Assessore alla mobilità, commentando la situazione della viabilità cittadina a poco più di un mese dal crollo del Ponte Morandi dello scorso 14 agosto.

“Teniamo monitorata la situazione, vedremo in corso d’opera il suo evolversi. Intanto mercoledì prossimo inaugureremo una nuova strada che passando per l’Ilva e i concessionari portuali smisterà il traffico pesante da quello leggero, rendendo la mobilità più agevole”.

Sui tempi di ricostruzione del ponte, il Vicesindaco ha detto che “ci vorrà un anno, auspichiamo e ci impegniamo che possa essere pronto entro la fine del 2019. Speriamo che tutto avvenga in tempi consoni, con velocità. Voglio sottolineare con orgoglio come Genova, sia la città sia le istituzioni, abbia reagito al crollo del Ponte Morandi per trovare una rapida soluzione. Domani si terrà a Roma un incontro tra il Premier, Giuseppe Conte, il Governatore della Liguria, Giovanni Toti, e il Sindaco di Genova, Marco Bucci, per parlare di molte cose, tra cui del Commissario per la ricostruzione, e varare definitivamente il Decreto per Genova”.

Sull’entità dei finanziamenti, l’Assessore alla Mobilità ha detto “che ad oggi sono stati stanziati 33 milioni di euro come prima tranche per affrontare le spese più urgenti dopo il disastro, contemporaneamente vi è anche un finanziamento dedicato da parte del MIUR per garantire la continuità scolastica, che ammonta a 2,8 milioni di euro per il 2018. Senza contare l’impegno delle aziende partecipate dal Comune di Genova, come l’Azienda Mobilità e Trasporti-Genova (Amt), che sta facendo un grosso sforzo in termini di straordinario, per fornire un servizio metropolitano continuativo e gratuito, anche notturno”, ha concluso Balleari.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Genova supera primo test mobilità. Balleari: “Sinora stanziati ...