Genova, funerali di Stato per le vittime del Ponte Morandi. I morti sono 42

(Teleborsa) – Funerali di Stato per le vittime del disastro di Genova, ma non per tutti: solo 18 bare sono sfilate oggi, sabato 18 agosto, alla Fiera di Genova, nel padiglione Jean Nouvel, dove il Cardinal Angelo Bagnasco, arcivescovo metropolita dal 2008, ha officiato la funzione religiosa alla presenza di tutte le più alte cariche dello stato e del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Dolore, rabbia, incredulità, sdegno, applausi per i Vigili del Fuoco. Tutta la sfera delle emozioni umane ha accompagnato i feretri delle 18 vittime,meno della metà dei 42 morti accertati. I parenti di molte vittime hanno rifiutato i funerali di Stato, preferendo una funzione in forma privata e nella propria città d’origine. “Non posso biasimare le famiglie che hanno scelto di celebrare i funerali nel proprio comune di appartenenza, anche in dissenso con uno Stato che invece di proteggere i loro figli, ha preferito per anni favorire i poteri forti”, ha affermato il vicepremier Luigi Di Maio.

Una conferma del sentimento di ostilità delle famiglie delle vittime e della “disaffezione” verso lo Stato arriva anche da alcuni prelati, il padre cappuccino dell’ospedale San Martino, Mauro Brezzo, che da giorni porta sostegno spirituale ai feriti e familiari delle vittime, e Don Massimiliano Moretti, parroco di Nostra Signora Assunta e S. Zita di Genova, che usa accetti molto critici nei confronti della politica e chiede che il Governo “si attrezzi a convergere sul bene comune, senza continuare a fare campagna elettorale”.

“Il crollo ha provocato uno squarcio nel cuore di Genova e la ferita è profonda – ha detto il cardinale Bagnasco durante l’omelia, pronunciando poi ad uno ad uno i nomi delle vittime – e insieme alla preghiera di Papa Francesco che anche ieri sera ha telefonato per riaffermare la Sua vicinanza alla città, ovunque si alza a Dio la preghiera. Genova è sotto lo sguardo del mondo. La tragedia ci ha fatto toccare con mano la fragilità umana. Genova non si arrende, giustizia doverosa. Ci auguriamo che i numerosi sfollati possano ritrovare presto il calore della casa”. E infine, annunciato dal Cardinale, un momento di preghiera per la comunità islamica che piange la morte di suoi due fedeli.

Frattanto, sono state recuperate anche le ultime vittime: un’auto è stata trovata dai Vigili del Fuoco con tre persone a bordo (madre, padre e una bambina di 9 anni), e un’ultima salma sarebbe stata recuperata, mentre un uomo tedesco annoverato fra i dispersi è vivo ed ha telefonato dalla Germania.

Sullo sfondo le responsabilità per l’accaduto, in primis della società Autostrade (gruppo Atlantia), che sembra stia per annunciare per il primo pomeriggio di oggi sabato 18 agosto le “scuse della dirigenza” e un piano di aiuti alle vittime e alla città. Intervenuti al rito funebre anche in forma privata i “vertici” di Autostrade, entrati a cerimonia iniziata da un ingresso secondario.

Genova, funerali di Stato per le vittime del Ponte Morandi. I morti so...