Generali, nuova strategia per investimenti green e decarbonizzazione portafoglio

(Teleborsa) – Generali ha annunciato la realizzazione tra il 2021 e il 2025 di ulteriori investimenti in obbligazioni verdi e sostenibili per un valore compreso tra 8,5 e 9,5 miliardi di euro. Il target è in continuità con il precedente obiettivo di realizzare 4,5 miliardi di euro nel periodo 2019-2021, che è stato superato con un anno d’anticipo grazie a investimenti pari a 6 miliardi di euro a fine 2020. Inoltre, il Leone di Trieste intende implementare criteri sempre più stringenti per l’esclusione del settore carbonifero dagli investimenti e un progressivo disinvestimento totale da queste attività, oltre che una progressiva decarbonizzazione del portafoglio investimenti diretti per renderlo neutrale per il clima entro il 2050.

“Il gruppo Generali annuncia oggi nuovi ambiziosi obiettivi della propria strategia sul clima, in linea con il proprio impegno e le proprie convinzioni in materia e forte dei risultati già raggiunti – ha commentato il Group CEO Philippe Donnet – In particolare, i 6 miliardi di euro di nuovi investimenti verdi e sostenibili effettuati nell’ultimo triennio ci hanno permesso di superare in anticipo gli obiettivi prefissati. Crediamo che il settore privato possa rivestire un ruolo centrale nel sostegno finanziario della Transizione Giusta per un futuro a zero emissioni nette di gas serra, supportando le istituzioni pubbliche per far fronte agli interventi richiesti”.

La società ha segnalato anche la prosecuzione dell’impegno a non assicurare attività di esplorazione e produzione di petrolio e gas (i cosiddetti upstream oil and gas), all’interno delle quali rientrano anche l’esplorazione e la produzione di combustibili fossili ricavati dalle sabbie bituminose (tar sands), da scisti (shale oil/shale gas) o da operazioni condotte nell’Artico sia onshore che offshore.

Per quanto riguarda le proprie attività operative, Generali ambisce a diventare climate negative nel 2040 (con l’obiettivo intermedio della neutralità climatica entro il 2023), intende ridurre entro il 2025 le emissioni di gas serra relative a uffici, data center e flotta di veicoli aziendali di almeno il 25% rispetto al 2019 e acquistare il 100% dell’energia elettrica da fonti rinnovabili, laddove disponibile.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Generali, nuova strategia per investimenti green e decarbonizzazione p...