Generali, Nagel (Mediobanca): aumento quota Benetton molto gradita

(Teleborsa) – La crescita di Benetton in Generali non spaventa Mediobanca, primo azionista del Leone di Trieste. “E’ un gruppo a cui siamo legati da tanti anni e quindi non può che farci molto piacere che siano un azionista stabile e crescente nel gruppo Generali”, ha dichiarato l’amministratore delegato di Mediobanca Alberto Nagel in un briefing sui conti del semestre, riferendosi alla decisione della famiglia Benetton di aumentare sopra al 2% la partecipazione in Generali, mostrando l’intenzione di salire ancora. 

Confermata la volontà di cedere il 3% di Generali. “Un anno e mezzo fa, quando siamo partiti con il piano la dismissione del 3% di Generali rispondeva a due finalità: la prima era mantenere i capital ratios sempre robusti, la seconda era accelerare il ridisegno del profilo del gruppo Mediobanca rendendolo più forte in alcuni business”. Secondo il manager, “oggi, dopo 18 mesi la prima motivazione è meno evidente, mentre la seconda è ancora più forte. Non vendiamo il 3% per questioni di capitale perché il nostro capitale è già più robusto di quanto immaginavamo, ma ai valori giusti lo faremo per accelerare il reinvestimento del capitale nei business in cui vogliamo crescere”.

Relativamente al payout, Nagel ha dichiarato che potrebbe essere rivisto al rialzo se “non troviamo occasioni di M&A”. “Vogliamo avere un misto di capitale che ci collochi tra le aziende più robuste e solide del sistema”, questo per “aumentare la remunerazione agli azionisti ma lasciarci anche sempre la possibilità di operazioni tattiche di Merger & Acquisition che, se fatte in maniera continuativa, creano prospettive di crescita molto migliori per gli azionisti”.

A Piazza Affari brilla il titolo Mediobanca +2,22% mentre Generali consolida le basi precedenti +0,42%.

Generali, Nagel (Mediobanca): aumento quota Benetton molto gradit...