Generali lancia OPA su Cattolica finalizzata al delisting

(Teleborsa) – Generali promuoverà un’offerta pubblica di acquisto volontaria totalitaria avente a oggetto la totalità delle azioni ordinarie di Cattolica Assicurazioni, quotate sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana. L’offerta ha ad oggetto 174.293.926 azioni ordinarie dell’mittente, ossia la totalità delle azioni emesse da Cattolica dedotte le 54.054.054 azioni di titolarità dell’offerente alla data odierna. Per ciascuna azione portata in adesione all’Offerta, Generali offrirà un corrispettivo pari a 6,75 euro, che incorpora un premio pari al +15,3% rispetto al prezzo di chiusura del 28 maggio (ossia il giorno di borsa aperta precedente la comunicazione dell’offerta) e +40,5% rispetto alla media degli ultimi 6 mesi.

L’offerta è promossa da Generali con l’obiettivo di consolidare la propria posizione nel mercato assicurativo italiano, si legge in una nota e l’acquisizione permetterebbe al Leone di Trieste di diventare il primo gruppo nel mercato danni e di rafforzare la propria presenza nel mercato vita. L’offerta permetterà di valorizzare Cattolica, “anche grazie al contributo tecnologico e dimensionale di Generali, permettendo la realizzazione di importanti economie di scala e sinergie industriali, con una particolare attenzione al mantenimento di alcuni elementi essenziali di Cattolica quali: la tutela dell’identità e del legame storico di Cattolica con il proprio territorio di origine, il mantenimento del brand Cattolica e la valorizzazione di esperienze e asset con riferimento al settore agricolo-assicurativo, al terzo settore (associativo ed enti religiosi) e alla bancassurance in una logica di sviluppo e valorizzazione dell’attività”.

L’obiettivo dell’offerta è acquisire l’intero capitale sociale dell’emittente (o almeno una partecipazione pari al 66,67% del capitale sociale con diritto di voto o, comunque, in ogni caso almeno pari al 50% più 1 (una) azione del capitale sociale con diritto di voto dell’emittente) e conseguire la revoca delle relative azioni dalla quotazione sul Mercato Telematico Azionario. Generali ritiene “che la revoca dalla quotazione delle azioni dell’emittente favorisca gli obiettivi di integrazione, di creazione di sinergie e di crescita del gruppo Generali e del gruppo Cattolica”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Generali lancia OPA su Cattolica finalizzata al delisting