General Motors riprende la produzione in siti interessati da carenza di chip

(Teleborsa) – General Motors ha segnalato che presto riprenderà la produzione in cinque stabilimenti di assemblaggio che erano stati costretti a fermare la produzione a causa di una carenza globale di semiconduttori. L’azienda statunitense produttrice di autoveicoli ha specificato che sta riavviando le operazioni in quattro stabilimenti negli Stati Uniti, in Messico e in Canada a partire dalla prossima settimana. Due stabilimenti in Messico – San Luis Potosi Assembly e Ramos Assembly – riprenderanno la produzione il 31 maggio. La società ha aggiunto in una nota che la sua “organizzazione della catena di approvvigionamento continua a fare passi da gigante lavorando con la nostra base di fornitori per mitigare gli impatti a breve termine della situazione dei semiconduttori”.

Intanto a Wall Street si registra un rialzo per General Motors, che passa di mano in forte guadagno, sopravanzando i valori precedenti del 3,86%, attestandosi a 60,32. Le implicazioni tecniche assunte avvalorano l’ipotesi di una prosecuzione della giornata in senso positivo con resistenza vista a quota 60,96 e successiva a 62,47. Supporto a 59,45.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

General Motors riprende la produzione in siti interessati da carenza d...