General Mills, diminuiscono le vendite su calo consumo di cibo in casa

(Teleborsa) – General Mills, una delle più importanti multinazionali statunitensi attive nella produzione di alimenti, ha registrato risultati sopra le attese nel quarto trimestre dell’anno fiscale 2021, terminato il 30 maggio. Le vendite nette organiche sono diminuite del 6%, su cui pesa l’aumento della domanda di cibo da consumare in casa all’inizio della pandemia (cioè nello scorso anno). In quanto all’utile per azione, la società ha battuto le stime degli analisti di 6 centesimi per azione, con guadagni trimestrali di 91 centesimi per azione, in calo del 19% rispetto allo stesso periodo del 2020.

“Entriamo nell’anno fiscale 2022 pronti a competere e vincere in un ambiente di consumo altamente dinamico – ha commentato Jeff Harmening, presidente e amministratore delegato – Stiamo intraprendendo azioni per affrontare le pressioni sui costi a breve termine rimanendo concentrati sulle opportunità di crescita a lungo termine che coglieremo attraverso la nostra strategia”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

General Mills, diminuiscono le vendite su calo consumo di cibo in casa