General Electric amplia piano buyback ma taglia la guidance

(Teleborsa) – Il terzo trimestre di General Electric  si è chiuso con un utile pari a 2,02 miliardi di dollari, pari a 22 centesimi per azione, in calo dai 2,51 miliardi (51 centesimi per azione) riportati nello stesso periodo di un anno prima. Al netto delle componenti straordinarie, l’utile per azione è salito a 32 centesimi dai 29 centesimi dello stesso trimestre dello scorso anno e meglio dei 30 centesimi previsti dagli analisti. 

Delude il fatturato, salito del 4% a 29,26 miliardi, ma meno dei 29,64 miliardi indicato dal consensus. 

Alla luce dei deboli conti, General Electric ha tagliato le stime sugli utili, per l’intero anno. Ora, la società si attende un utile per azione adjusted compreso tra 1,48 e 1,52 dollari per azione a fronte del range indicato in precedenza (1,45-1,55 dollari). 

Il conglomerato statunitense ha annunciato inoltre che aumenterà di 4 miliardi a 22 miliardi il programma di acquisto azioni proprie. 

General Electric amplia piano buyback ma taglia la guidance