Gdf, da truffe e sprechi di risorse pubbliche danni per 2,3 miliardi

Il bilancio dei primi cinque mesi di attività della Guardia di Finanza

(Teleborsa) – L’inefficienza della Pubblica Amministrazione è costata allo Stato 2,3 miliardi di euro nei soli primi cinque mesi dell’anno. L’allarme è stato lanciato dalla Guardia di finanza (Gdf) in occasione del 242esimo anniversario della fondazione del Corpo.

2 miliari di euro provengono dagli sprechi di risorse pubbliche e 360 milioni dai finanziamenti europei e nazionali illecitamente richiesti. Denunciati complessivamente 5.500 soggetti, 98 dei quali arrestati, per le truffe alle risorse pubbliche mentre sono 1.850 i responsabili di reati contro la pubblica amministrazione individuati, 118 dei quali arrestati.

Scoperti 3.300 evasori totali, vale a dire soggetti completamente sconosciuti al fisco, sequestrati patrimoni per circa 300 milioni, scoperte 840 società fantasma, costruite esclusivamente per sfuggire al fisco, e 220 casi di trasferimento indebito all’estero di redditi societari.

Le Fiamme Gialle, inoltre, hanno sequestrato alla criminalità organizzata beni e patrimoni per 1,3 miliardi, procedendo al sequestro di 220 aziende. Sono invece mille i soggetti denunciati per riciclaggio, mentre 300 persone si sono viste contestare il reato di autoriciclaggio.

Per quanto riguarda la contraffazione, sono stati sequestrati 41 milioni di prodotti con marchi contraffatti.

Leggi anche:
La Germania promuove il bazooka di Draghi
Brexit, l’ansia degli italiani a Londra: “Sarà caos”

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Gdf, da truffe e sprechi di risorse pubbliche danni per 2,3 milia...