Gas, Draghi firma l’accordo con l’Algeria: 3 milioni di metri cubi subito

(Teleborsa) – Il Premier Mario Draghi ha siglato l’accordo Italia- Algeria sul gas, dopo aver incontrato ad Algeri il Presidente della Repubblica algerina, Abdelmadjid Tebboune. Un accordo che si aggiunge a quello firmato dai due partner, Eni e Sonatrach, per aumentare le esportazioni di gas verso l’Italia, attraverso il gasdotto TransMed ed affrancarci dalla dipendenza verso il gas russo.

“I nostri Governi hanno firmato una Dichiarazione d’Intenti sulla cooperazione bilaterale nel settore dell’energia”, ha annunciato ieri sera Draghi, spiegando “subito dopo l’invasione dell’Ucraina, avevo annunciato che l’Italia si sarebbe mossa con rapidità per ridurre la dipendenza dal gas russo. Gli accordi di oggi sono una risposta significativa a questo obiettivo strategico, ne seguiranno altre”.

Draghi era accompagnato dal Ministro per la Transizione ecologica Roberto Cingolani, dal Ministro degli Esteri Luigi Di Maio e dall’Amministratore delegato di Eni Claudio Descalzi, dal momento che la società del Cane a sei zampe è da anni presente in Algeria con una importantissima partnership con Sonatrach.

“Italia e Algeria vogliono rafforzare la cooperazione anche in altri settori. All’incontro di oggi seguirà il quarto Vertice Intergovernativo che – ho il piacere di annunciare – si terrà qui ad Algeri il prossimo 18 e 19 luglio”, ha aggiunto il Premier.

L’accordo – ha spiegato il Ministro Cingolani – prevede l’aumento di 3 miliardi di metri cubi di gas da subito e di altri 6 miliardi dal 2023, per arrivare ad un totale di 9 miliardi fra gas e GNL. Un accordo che andrà oltre il 2024 in via incrementale. L’intesa con l’Algeria poi non riguarda solo il gas, ma anche lo sviluppo di energie rinnovabili ed idrogeno verde.

“Vogliamo accelerare la transizione energetica e creare opportunità di sviluppo e occupazione”, ha dichiarato Draghi nella conferenza stampa seguita alla firma dell’accordo sull’energia con il presidente algerino Tebboune.

“Oggi in Algeria ho firmato con il mio omologo Lamamra l’accordo che ci permetterà di aumentare la cooperazione tra i nostri Paesi e le forniture di gas per l’Italia. Continuiamo a lavorare senza sosta per la sicurezza energetica del nostro Paese”, ha detto su Twitter il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.