GACS, la garanzia statale sugli NPL cartolarizzati potrebbe essere rinnovata per un anno

(Teleborsa) – La GACS, una garanzia concessa dallo Stato italiano per agevolare lo smobilizzo dei crediti in sofferenza dai bilanci delle banche, potrebbe essere rinnovata per un ulteriore anno. Il Governo italiano avrebbe intenzione, a gennaio, di iniziare un dialogo con le istituzioni europee per prolungare il programma, altrimenti in scadenza a maggio, secondo quanto riporta Reuters.

La GACS, introdotta a febbraio 2016, prevede l’intervento dello Stato italiano a garanzia del rimborso delle note senior in operazioni di cartolarizzazione di crediti classificati a sofferenza. La GACS copre i detentori dei titoli senior in caso di mancato pagamento delle somme dovute per capitale e interessi. Il provvedimento è già stato rinnovato nel maggio 2019 per due anni, e può essere esteso a tre con il via libera della Commissione UE.

Secondo un report di KPMG, ad aprile 2020 erano state completate 25 operazioni all’interno dello schema, per un volume pari a circa 71 miliardi di euro in termini di crediti lordi. Rinnovare la GACS potrebbe aiutare le banche ad affrontare meglio le ricadute della crisi economica, che potrebbe acuirsi una volta che le misure messe in campo dai Governi per la fase emergenziale arriveranno a scadenza.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

GACS, la garanzia statale sugli NPL cartolarizzati potrebbe essere rin...