G20, Di Maio: l’Italia sostiene il multilateralismo e il sistema di regole dell’ONU

(Teleborsa) – Il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, nel suo intervento di apertura al G20 Esteri di Matera ha ribadito il sostegno dell’Italia al multilateralismo e a un ordine internazionale “basato sulle regole, con le Nazioni Unite al centro”. “La pandemia da Covid-19 ha messo in luce la necessità di una risposta internazionale coordinata ad emergenze che trascendono i confini nazionali. In un mondo interconnesso, il multilateralismo e la cooperazione internazionale sono gli unici strumenti davvero efficaci di fronte a sfide globali”.

Il ministro ha espresso anche la necessità che il G20 sostenga la riforma dell’OMC. “Un commercio libero, equo, inclusivo e basato sul rispetto di regole condivise è essenziale per contrastare la pandemia e promuovere una ripresa sostenibile, che renda le nostre economie più verdi e digitali”, ha sottolineato. Tra i temi toccati nel suo discorso, il ministro ha posto l’accento sulla transizione ecologica: “con le due Conferenze Onu sui cambiamenti climatici (Cop26) e sulla biodiversità (Cop15), abbiamo un’occasione imperdibile, per attuare gli Accordi di Parigi, con l’adozione di impegni ambiziosi di breve termine e il sostegno all’obiettivo della neutralità climatica, che auspichiamo essere al 2050, in base agli impegni presi da un numero crescente di Paesi”. “Il G20 ha una particolare responsabilità nel favorire questi progressi.L’Italia darà il proprio contributo attraverso la Presidenza del Gruppo e come partner del Regno Unito per la COP26”, ha garantito Di Maio.

Nel corso dei lavori a Palazzo Lanfranchi i temi centrali della discussione saranno multilateralismo, Africa e sicurezza alimentare. L’incontro sarà seguito da una sessione congiunta con i ministri dello Sviluppo. Nella città lucana sono arrivati questa mattina, dopo la cerimonia di benvenuto di ieri sera a Bari al Castello Svevo, i ministri degli Esteri del Gruppo delle 20 principali economie del mondo, accolti dal titolare della Farnesina Luigi Di Maio. A Matera non ci saranno né il ministro degli Esteri cinese Wang Yi – che sarà però collegato in videconferenza – né il russo Sergei Lavrov. Al termine del meeting verrà adottata la Dichiarazione ministeriale di Matera.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

G20, Di Maio: l’Italia sostiene il multilateralismo e il sistema...