Futures USA ingessati: restano poco sotto la parità

(Teleborsa) – Si preannuncia una partenza dimessa per la borsa americana, dopo il finale contrastato di ieri ed i forti rialzi messi a segno nelle precedenti due riunioni.
La diffusione dell’Empire State Index di aprile, decisamente migliore delle attese, non ha avuto per il momento impatto sull’andamento dei futures sugli indici a stelle e strisce. 

Tra gli appuntamenti macroeconomici che avranno la maggiore influenza sull’andamento dei mercati c’è la produzione industriale degli Stati Uniti (il precedente era -0,5%), prevista questo pomeriggio dopo le 15:15, per il quale gli analisti stimano 0,1%. La produzione industriale misura la variazione, al netto dell’inflazione, della produzione manifatturiera, delle miniere e dei servizi. Valori superiori alle previsioni vanno interpretati come positivi dal punto di vista monetario.

I mercati sono in attesa anche del dato sulla Fiducia consumatori Università Michigan degli Stati Uniti (il precedente era 91 punti), previsto questo pomeriggio dopo le 16:00 (92 punti nelle stime degli esperti). Il Consumer Survey Center dell’Università del Michigan effettua ogni mese un’indagine su una base di 500 famiglie riguardante le loro condizioni finanziarie e il loro atteggiamento nei confronti dell’economia. La fiducia dei consumatori è direttamente correlata alla loro capacità di spesa. La fiducia e l’opinione sono due modi per valutare gli atteggiamenti dei consumatori.

Il contratto sul Dow Jones cede lo 0,10% mentre quello sul Nasdaq lo 0,20%.

Futures USA ingessati: restano poco sotto la parità