Future USA in ribasso. Pesante rosso per il Nasdaq

(Teleborsa) – Dopo una giornata chiusa in maniera contrastata (solo il Dow Jones in positivo), i future USA indicano che il mercato americano dovrebbe aprire la seduta in rosso. I titoli tecnologici del Nasdaq sono oggetto di forti vendite nel pre-market, con il Treasury a 10 anni che è in rialzo sopra quota 1,52%. Il presidente della FED Jerome Powell comparirà davanti al Committee on Banking, Housing, and Urban Affairs del Senato USA, affermando che il recente aumento dell’inflazione potrebbe durare più a lungo del previsto.

Il contratto sul Dow Jones perde lo 0,31% a 34.761 punti, mentre quello sullo S&P 500 lascia sul terreno lo 0,70% a 4.411 punti. Il derivato sul Nasdaq segna un -1,39% a 14.993 punti.

Sul fronte macroeconomico, prima dell’Opening Bell verranno diffusi l’FHFA Housing Price Index e l’S&P/Case-Shiller, entrambi misure della salute del mercato immobiliare statunitense. Dopo l’apertura della Borsa, il Conference Board pubblicherà l’indicatore che misura il livello di fiducia dei consumatori nelle attività economiche, mentre la FED di Richmond diffonderà l’indice sul business nel quinto distretto manifatturiero della nazione.

Tra i titoli sotto osservazione c’è Ford (accelera sui veicoli elettrici con piani per un nuovo impianto di assemblaggio e tre fabbriche di batterie), Thor Industries e FactSet (trimestrali sopra le attese), Pfizer (ha presentato alla FDA i dati sull’uso del suo vaccino contro il Covid nei bambini tra 5 e 11 anni), Spotify (ha dato il via a una campagna globale per aumentare le vendite pubblicitarie), Acceleron Pharma (è in trattative per essere acquisita da una grande azienda farmaceutica).

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Future USA in ribasso. Pesante rosso per il Nasdaq