Future USA in pesante ribasso in attesa dell’Opening Bell

(Teleborsa) – Dopo una seduta chiusa in rosso, i future USA indicano che il mercato americano dovrebbe aprire la settimana in pesante perdita. Da un lato, c’è attesa per il meeting della Federal Reserve, dal quale potrebbe emergere una linea temporale più precisa per il tapering, dall’altro crescono le preoccupazioni provenienti dall’Asia; ai recenti dati macroeconomici deludenti si aggiunge il possibile default di Evergrande e le ripercussioni a catena sui settori real estate e bancario.

Il contratto sul Dow Jones perde l’1,80% a 33.963 punti, mentre quello sullo S&P 500 lascia sul terreno l’1,61% a 4.361 punti. Il derivato sul Nasdaq segna un -1,47% a 15.108 punti.

Sul fronte macroeconomico, la giornata è priva di grandi spunti. Dopo l’Opening Bell, l’Associazione nazionale dei costruttori diffonderà i dati sulla fiducia dei costruttori americani sulle vendite di nuove abitazioni.

Tra i titoli sotto osservazione nella seduta odierna ci sono Pfizer (studi hanno dimostrato che il suo vaccino è sicuro ed efficace se usato nei bambini di età compresa tra 5 e 11 anni), AstraZeneca (il suo farmaco per il cancro al seno Enhertu ha mostrato risultati positivi in uno studio di fase tre), Colgate-Palmolive (upgrade) e Laredo Petroleum/Occidental Petroleum (timori di un rallentamento economico globale legato al mercato immobiliare cinese).

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Future USA in pesante ribasso in attesa dell’Opening Bell