Fs Sistemi Urbani, entro gennaio bando per vendita scalo Porta Romana

(Teleborsa) – FS Sistemi Urbani (Gruppo FS Italiane) è impegnata a Milano per la riqualificazione degli ex scali ferroviari della città. Oggi, lunedì 20 gennaio, nello scalo di Porta Romana, si è tenuto l’incontro pubblico “Dagli scali la nuova città. Tre anni dopo”, patrocinato da Regione Lombardia e organizzato da FS Sistemi Urbani in collaborazione con il Comune di Milano.

Nel corso dell’evento, Carlo De Vito e Umberto Lebruto, rispettivamente Presidente e Amministratore Delegato di Sistemi Urbani, hanno presentato i risultati delle attività avviate e gli scenari futuri dei progetti di rigenerazione urbana. Presenti anche il Presidente Regione Lombardia, Attilio Fontana, il Sindaco Giuseppe Sala, e l’Assessore comunale per Urbanistica, Verde e Agricoltura, Pierfrancesco Maran. Il progetto di riqualificazione degli ex scali ferroviari milanesi è stato avviato nel 2005 e nel 2017 è stato firmato un Accordo di programma tra Comune di Milano, Regione Lombardia, FS Italiane, con Rete Ferroviaria Italiana, FS Sistemi Urbani e Savills Investment Management.

Gli ex scali ferroviari occupano una superficie di oltre un milione di metri quadrati – Si tratta del più grande piano di rigenerazione urbana che riguarderà Milano nei prossimi 10 anni nonché uno dei più grandi progetti di riqualificazione cittadina in Italia e in Europa.

Sette ex scali ferroviari torneranno presto al centro della vita urbana – Negli ex scali di San Cristoforo e Farini nasceranno due parchi rispettivamente di 14 e 25 ettari, quello di Porta Romana ospiterà il villaggio olimpico di Milano-Cortina 2026, per Rogoredo e Porta Genova si svilupperanno procedure concorsuali per la stesura dei masterplan, i progetti degli scali di Greco-Breda e di Lambrate parteciperanno alla seconda edizione del bando internazionale Reinventing Cities, infine, è in fase di gara l’aggiudicazione dei lavori per la realizzazione della nuova stazione di Tibaldi della Circle line cittadina.

Al termine dell’evento, Teleborsa ha intervistato l’AD Umberto Lebruto.

FS sistemi urbani quali sono i risultati dopo tre anni dal workshop per la rigenerazione degli scali?

“Abbiamo lanciato tutti e sette gli scali, in particolare sei stanno avendo luce propria, una corsa e una velocità incredibile: su Farini e San Cristoforo abbiamo già un masterplan condiviso in Collegio di vigilanza con l’Amministrazione comunale e su Porta Romana ci accingiamo a vendere il lotto anche perché è importante trovare l’investitore sviluppatore che nel giro di pochi anni realizzi anche le opere per il Villaggio Olimpico in occasione dei giochi invernali di Milano-Cortina 2026″.

Quali sono stati gli impatti sull’economia della città che nel breve periodo?
“Al momento è tutto in pianificazione, vedremo subito se l’economia del paese, l’economia di questo pezzo di stato italiano cercherà di muovere e attrarre investitori italiani o esteri. Noi abbiamo delle grandi attese e siamo confidenti che muovere su questi sette scali una trasformazione urbanistica che serve alla città – e quindi passare dallo scalo abbandonato allo scalo che diventa in maniera lineare una ricucitura del quartiere – significa attrarre investimenti pubblici e privati, italiani ed esteri. Noi confidiamo molto e con questa attività speriamo di averne la riprova, ha sottolineato l’Amministratore Delegato nell’annunciare che è pronto il bando per la vendita dello scalo di Porta Romana. “La settimana prossima, entro il 31 gennaio, lanceremo la manifestazione di interesse aperta, pubblica, trasparente, oggettiva e speriamo competitiva”, ha concluso Lebruto.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Fs Sistemi Urbani, entro gennaio bando per vendita scalo Porta Romana