FS: nasce scuola su Ingegneria dei Sistemi di Mobilità Integrata

(Teleborsa) – Immaginare, progettare e gestire i trasporti e la mobilità di domani. Da una sinergia tra Università di Bologna, FS, Alstom e numerose aziende del territorio, nasce la scuola di alta formazione in ingegneria dei sistemi per la mobilità integrata: una novità unica nel panorama nazionale e internazionale che offre una specializzazione professionale sul futuro della mobilità integrata, dall’infrastruttura ferroviaria fino agli strumenti digitali per il controllo dei trasporti.

Il nuovo corso è promosso dal dipartimento di Ingegneria dell’Energia elettrica e dell’informazione “Guglielmo Marconi” dell’Alma Mater. La Scuola, che partirà nel settembre 2017, si articola in quattro settimane per 125 ore di lezione, e i partecipanti avranno la possibilità di seguire anche un percorso formativo di stage o di tesi di laurea all’interno delle aziende coinvolte.

“Al centro del progetto – si legge in una nota – c’è la volontà di offrire un perfezionamento scientifico multidisciplinare nel settore dei trasporti ferroviari e metropolitani: una formazione qualificata orientata verso le esigenze e le richieste di gruppi ferroviari, amministrazioni pubbliche, società di ingegneria, centri di ricerche e, più in generale, imprese che operano nel settore dei trasporti.

L’accesso alla Scuola avviene tramite selezione, con valutazione del curriculum e colloquio tecnico. La partecipazione è gratuita per gli studenti già iscritti all’Università di Bologna e sono previste borse di studio per quanti completeranno il percorso formativo con esito positivo. 

FS: nasce scuola su Ingegneria dei Sistemi di Mobilità Integrata
FS: nasce scuola su Ingegneria dei Sistemi di Mobilità Integrata